Tekkami e il buy and share con certezza della pena.

Tekkami e il buy and share con certezza della pena.

Tekkami e il buy and share con certezza della pena. 150 150 Mark's

Parliamo di nuovo di Tekkami e delle novità che a breve verranno introdotte dallo shop. Intanto spieghiamo il significato del titolo perché “certezza della pena” vuol dire che anche Tekkami da febbraio 2019 abbandonerà la classica vendita Buy and Share evolvendosi in qualcosa di diverso e, dove, al momento dell’acquisto già sapremo la data certa di ricevimento della merce. Un altro che fa come bushop mi chiederete… Si e no, perché la metodologia, in una lunga telefonata con il maestro, ci è stata spiegata e, seppur non imprenditori di settore, possiamo affermare con certezza che quanto ci è stato detto (e che probabilmente verrà pure reso pubblico) ha un nesso logico e ci è parso indubbiamente sostenibile e capace di reggere anche eventuali incidenti di percorso perché con il proseguire del progetto la sostenibilità e la copertura economica rimangono stabili ed anzi potrebbero addirittura incrementare. Quindi dicevamo, certezza della data di ricevimento cosa vuol dire? In poche parole, visto che già si può capire di cosa si tratta, dalla data di partenza del progetto si attiverà un contatore (questa del contatore è una mia idea; del resto metto in croce Bushop, perché non farlo anche con Tekkami? :D), con i giorni rimanenti alla data di spedizione del prodotto scelto (ovvio che se non c’è il contatore bisognerà fare da sè il conto di 60 gg lavorativi dalla data di acquisto). Raggiunta la data prefissata lo shop non farà altro che inscatolare il vostro prodotto e spedirvelo a casa dove vi invitiamo a fare un bell’unboxing perché ogni tanto dovreste ricordare che parte della credibilità di questi progetti si regge anche sulle vostre condivisioni e passaparola… Zero liste, zero patimenti e con la consapevolezza già al momento dell’acquisto della data di ricevimento: come già detto in altre occasioni una bella evoluzione dal classico Buy and Share ma anche da quello attualmente più in voga delle exit garantite che a questo punto non sarebbero neanche più necessarie. 

PRODOTTI IN VENDITA

I prodotti meritano un capitolo a parte perché per poter mantenere la sostenibilità del progetto, questo, almeno in un primo momento, deve partire con qualche paletto e qualche limitazione, ma non va vista come una limitazione vera e propria quanto come uno step che possa garantire l’affidabilità di tutto il sistema perché lo scopo finale dichiarato dallo shop è quello di creare un sistema virtuoso, sostenibile e che possa produrre sempre e comunque un costante afflusso di clienti ed un corrispondente invio della merce alla scadenza del periodo. Dicevamo dei prodotti: all’uscita del progetto saranno resi disponibili 99 bundle di smartphone (solo quelli per il momento) per la vendita. Questi saranno di varie tipologie e prezzi, troveremo tutti gli smartphone top di gamma delle maggiori aziende con un’unica limitazione e, cioè, che non potranno mai essere formati da 2 prodotti Apple. Del resto e ragionandoci sopra e senza stare ad entrare nei dettagli sappiamo tutti che Apple ha un prezzo di vendita pressochè costante per tutta la durata della sua presenza sul mercato quindi per i venditori trattare questa richiestissima merce è sempre un’arma a doppio taglio… Ma già immagino le vostre domande: ma io voglio solo iPhone XS perché mi obbligano a comprare anche altro? 

Allora, questo progetto, da come ci è stato spiegato, si basa sulla sostenibilità e per mantenere questa caratteristica deve necessariamente mettere in vendita – almeno al lancio – solo bundle e questi dovranno contenere al massimo 1 iPhone. Questo è alla base del sistema pertanto non è attualmente negoziabile; rimane il fatto che prendendo un bundle da 1.128 € comprendente iPhone XS Max 64 Gb ed S9 Plus avremo in mano un valore di mercato (fatto su prezzi Amazon quindi già meno del reale valore di vendita al dettaglio) di iPhone pari a 1.150 € + S9 Plus pari a 560 € per un totale di 1.710 €. Fatti i dovuti conti stiamo risparmiando 582 €; se ci sbattiamo un attimo sui vari canali di vendita tra privati potremo vendere S9 Plus ad almeno 500 € e pagare in tal modo iPhone XS Max 64 Gb 1280-500= 628 € e quindi circa la metà del reale valore di mercato. Se poi decidiamo di guadagnare e di vendere anche quello che si può valutare in almeno 1000€ ci troveremo in mano circa 350/400 € di guadagno netto. Certo, molto al di sotto dei guadagni provenienti dalla vendita della merce dei Buy and Share  classici ma con 2 indubbi vantaggi: una data certa dell’arrivo della merce ed un risparmio sicuro e garantito indipendentemente dalle vendite successive alla nostra (il tutto condito dalla serietà Tekkami che credo al momento possa essere riconosciuta da tutti). In ogni caso ci tengo a sottolineare che chi compra per rivendere non avrà mai la mia approvazione, seppur con questa metodologia di vendita, e ricomprendendo in questo e per correttezza anche Bushop: iniziano ad essere investimenti e non lucro su altre persone, quindi alla fine posso pure accettarlo come modus operandi

UPGRADE DEI PRODOTTI 

Il settore smartphone è uno dei più irrequieti del mercato, pertanto ogni mese assistiamo al lancio di vari top di gamma: tra Apple, Huawei, Samsung, Asus e ormai anche Xiaomi, Sony ed ecc. ecc. ecc. Quindi la reale possibilità di comprare un modello che nel mentre viene sorpassato dalla versione successiva c’è ed è reale. Bene Tekkami garantisce l’upgrade del prodotto quindi comprando S9 potremmo ritrovarci con un modello sofferente dell’uscita del nuovo S10 top di gamma di Samsung. Ma questo non sarà un  problema. Anzi, fino al giorno prima della scadenza dell’attesa potremo richiederne l’upgrade: Tekkami, a tempo debito, renderà note per ogni modello anche le modalità, specificando di volta in volta se verrà fatto senza esborso ulteriore di denaro da parte del cliente oppure se dovrà versare esclusivamente la quota rimanente per entrare in possesso del top di gamma più recente. In un caso o nell’altro avremo sempre in mano, con una scontistica comunque di almeno il 50%, l’ultimo e mirabolante prodigio della tecnica smartphonica: un’ottima opportunità da qualsiasi parte la si rigiri. 

I VECCHI CLIENTI ED IL LIMITE DI 5 PRODOTTI GIORNALIERI

Come già abbiamo specificato prima la sostenibilità  ed ora anche il recupero ordini dei vecchi clienti hanno un prezzo… purtroppo è così, ma già il fatto di prevedere questa possibilità garantisce a tutti di non perdere i propri soldi… Questa tipologia di vendita basata sull’attesa ci viene proposta in una forma un po’ diversa dall’altro shop che attualmente la applica (sempre di Bushop parliamo 😉). Il numero massimo di ordini giornalieri accettati viene limitato a 5 per permettere di non creare debito, quindi tutti quelli che ordineranno dopo il 5° ordine giornaliero garantito verranno spostati cronologicamente al primo giorno utile. In soldoni se il 01 febbraio ci saranno 15 ordini, il sistema piazzerà i primi 5 il giorno 1 febbraio, i secondi 5 il giorno 2 febbraio ed i restanti 5 il giorno 3 febbraio e consequenzialmente tutti gli ordini fatti in esubero ai 5 giornalieri verranno spostati automaticamente. Alla fine questo comporta pochi problemi perché lo slittamento di qualche giorno da una data sicura di ricevimento non dovrebbe creare ansie da prestazione a nessuno, o almeno lo spero. Obiettivo dichiarato dallo shop comunque è quello di avere una crescita costante e non il classico botto iniziale e poi il fermo totale che probabilmente è la cosa più deleteria ci possa essere in questo tipo di commercio… Altro grosso ed importante obiettivo è quello di azzerare le liste interne ed esterne in un tempo massimo di 6 mesi ricomprendendole gradatamente in questa tipologia di vendita. A grandi linee e non soffermandoci sui prodotti (perché questo è ancora tutto un po’ work in progress) verrà accettato oltre ai 5 ordini giornalieri anche 1 ordine proveniente dalla lista principale o dalle liste esterne. Le modalità per fare ciò sono ancora allo studio, ma a grandi linee abbiamo capito che il prezzo di prenotazione già pagato dal cliente al momento dell’acquisto verrà scalato dal prezzo del bundle e dalla data di acquisto di quest’ultimo partiranno i 60 gg per il ricevimento dei prodotti ordinati. Facendo i conti della serva, in 6 mesi verrebbero smaltiti circa 180 ordini vecchi… un’attesa indubbiamente lunga ma che può essere mitigata dal fatto di poter effettuare sempre l’upgrade dei prodotti. In tal maniera, alla data di ricevimento avremo sempre in mano quello che desideriamo e non un prodotto già sorpassato.

CONCLUSIONI

Premetto che mi piace moltissimo questa tipologia di vendita, se avete letto il precedente articolo su Bushop già lo si poteva intuire…, l’azzeramento delle liste e la garanzia di un tempo certo, salvo inconvenienti, di arrivo del prodotto sono un’evoluzione del Buy and Share conosciuto fino ad oggi e che per i clienti porta l’indubbio vantaggio di non dover più pregare San Pio da Pietralcina per ricevere le proprie cose…. e questo è finalmente un punto che gioca inconfutabilmente a favore di tutti noi acquirenti…. tuttavia adesso assume ancora maggiore importanza la serietà degli shop a cui ci affidiamo perché tutto si basa sul fatto di credere nelle persone che gestiscono il sistema e non più nella ricerca e convincimento all’acquisto di altri clienti che devono coprire le compensazioni dei nostri prodotti…. Tekkami è affidabile? Beh la mano sul fuoco ovviamente non la metto per nessuno ma credo che la presenza dello shop da aprile dell’anno scorso e la voglia di rinnovarsi possano già essere sinonimo di affidabilità, del resto e finalmente anche il buon Emanuele ha concluso la sua odissea su Tekkami soddisfatto di quanto ottenuto….. il catalogo limitato agli smartphone è una cosa un po’ castrante seppur necessaria tuttavia nulla vieta che con il tempo potranno essere aggiunti altri prodotti, gli stessi bundle sono un bell’investimento per il singolo cliente ma la certezza di un tempo di attesa ben definito e la consapevolezza di avere sicuramente in mano i propri smartphone al termine dell’attesa ed indipendentemente da liste interne ed esterne obbliga a valutare l’investimento…… del resto se troviamo un amico a cui serve un cellulare smezziamo anche le spese quindi soluzioni se ne possono comunque trovare anche in fase di acquisto. Importantissimo il fatto che chi vuole guadagnare non lo farà più sulle spalle di altri ma sarà sempre a livello di chi compra per se stesso e questa è una bella news in questo mondo di profittatori… certo guadagneranno meno che nel classico Buy and Share ma forse è bene ricordarsi che ogni tanto si deve guadagnare il giusto e non straguadagnare mettendolo nel di dietro ad altri……. MI piace il recupero delle vecchie liste, certo il tempo di attesa si dilata ma io sono anche uno che capisce che non si può accontentare tutti subito ma bisogna passare per un male minore prima di sistemare le cose e questo sistema è realmente il male minore giacchè permette non far perdere soldi alle persone e se uno shop ha questo obiettivo avrà sempre il mio massimo appoggio…. non scordiamoci che con la possibilità di upgrade dei prodotti si dovrebbe raggiungere un discreto compromesso anche a livello attesa/guadagno per i vecchi clienti quindi non sarà mai tutt’oro quello che luccica ma è pur vero che è una soluzione fattibile, verosimile e che potenzialmente salva capra e cavoli.

Concludendo e come sempre lascio a voi la scelta di ragionare su questo lungo articolo e di trarre le conclusioni se acquistare o meno su Tekkami, ricordatevi sempre che i soldi sono vostri e che prima di impegnarli cercate di studiare e  ragionare bene sui termini e condizioni che vi vengono proposti all’acquisto.

Il Covo – Tutte le news sul mondo Buy And Share

Preferenze privacy

Quando visiti il nostro sito, potrebbero essere salvate alcune informazioni, in particolare dai form di contatto. Da qui puoi modificare le tue impostazioni per la privacy. Non ti nascondiamo che non permettere l'uso di alcuni cookies potrebbe bloccare contenuti del nostro sito web.

Google Analytics cookie
Google Fonts cookie
Google Maps cookie
Video incorporati nel sito
Il nostro sito usa cookies anche di terze parti. Leggi la nostra politica sui cookie ed eventualmente modifica le preferenze. Tuttavia non accettando alcuni cookie potrebbero risultare non abilitati alcuni contenuti.